5 MINUTI di AGGIORNAMENTO: TRAUMA CHIUSO dell'OCCHIO. Gemma C Morabito, MD - PS di Roma

Il trauma chiuso dell'occhio può presentarci diversi problemi di gestione. Giardiamo insieme cosa dice il sacro testo Tintinalli su quello che ci compete e le cose che è utile sapere.
 
 

Esame

 
Spesso le palpebre sono edematose e non è possibile visualizzare il globo. I tentativi di aprire le palpebre, oltre ad essere in genere senza successo, provocano un aumento della pressione intraoculare. Esiste uno strumento per fare questo, che ovviamente noi non abbiamo, lo speculum palpebrale regolabile. Se non lo avete, cercate di fare il meglio che potete per valutare la acuità visiva del vostro paziente. 
 
Se la camera anteriore è piana avete la certezza che il globo oculare è rotto, e non devono essere fatti ulteriori tentativi di visualizzare meglio l'occhio. Si deve applicare una protezione metallica e richiedere una immediata consulenza oftalmologica. 
 
La presenza di un hyphema (emazie nella camera anteriore) è indicativo di un importante trauma oculare e della necessità di una consulenza specialistica. 
 
Se il globo appare intatto e la visione è conservata, allora si deve passare a valutare la motilità oculare. Limitazioni della mobilità verticale o laterale, suggeriscono una frattura da scoppio con intrappolamento. Cercate di seguire la rima orbitaria superiore ed inferiore con le dita per aventuali deformità. Bisogna anche valutare la sensibilità cutanea lungo la distribuzione le nervo orbitale inferiore (sotto la palpebra e lo stesso lato del naso). Con la Slit-lampada alla fluoresceina (che non abbiamo) si devono ricercare abrasioni, lacerazioni, corpi estranei, hyphema, irite e dislocazioni della lente. Una irite traumatica è abbastanza frequente e, se non ci sono difetti corneali, può essere trattata con una goccia di Pred forte 4-5 volte al giorno. 
 
La pupilla può essere ristretta o dilatata dopo un forte trauma. E' importante andare ad osservare eventuali deformità pupillari perchè spesso sarà sporgente verso il lato di penetrazione o di rottura. Se la camera anteriore è di normale profondità e non edematosa, una goccia di Mydriacil 1% dilaterà la pupilla e permetterà un migliore esame del fundus. 
 
Se non ci sono disturbi visivi, se l'anatomia e la funzione del globo oculare è normale, il paziente può essere dimesso programmando una visita oculistica entro 48 ore. 
 
Se si sospetta una rottura del globo oculare (occhio cieco, camera anteriore appiattita, evidenti lacerazioni a pieno spessore, corpi estranei intraoculari), senza fare alcun tentativo di manipolazione dell'occhio bisogna richiedere una immediata consulenza oculistica. 
 
 

Management

 
  • Valutare l'integrità del globo e della visione 
  • Se si sospetta una rottura oculare, NON fare alcun tentativo di valutare la Pressione intraoculare; applicare una protezione metallica sull'occhio, valutare lo stato tetanico, somministrare cefalosporine ev, non dare nulla al paziente per bocca, chiedere consulenza oculistica 
  • Se non si sospetta una rottura del globo, procedere come segue 
  • Valutare la motilità oculare e la sensibilità cutanea 
  • Chiedere una TC orbitaria e/o proiezioni di Waters nel caso di sospetto di frattura da scoppio o di corpi estranei orbitari o intraoculari. Terapia sulla base del risultato. 
  • Esame con Slit-lamp della cornea, congiuntiva, sclera e camera anteriore. 
  • Dialatate con 1 gtt al 1% di Mydriacil la camera anteriore se la sua profondità è normale, per un esame del fundus 
  • Consulto oculistico entro 48 ore se non si trovano lesioni

Fonte: Tintinalli Emergency Medicine Textbook