UNO STRANO CASO di RITENZIONE ACUTA d'URINA. Gemma C Morabito, MD - Editor in-chief MedEmIt

Fine turno di una domenica da incubo (come al solito). Pochi minuti al momento delle consegne. Non chiamo più nessun nuovo paziente e mi concentro, piuttosto, su quelli che devo dare al collega che farà la notte. 
 
L'infermiera del Triage però mi chiama, chiedendomi la cortesia di far entrare un anziano che dalla mattina è anurico. Si sospettava una ritenzione d'urina, ma un infermiere andato al domicilio ha cambiato perfino il catetere (che il nonnetto porta a permanenza) e non è uscita neanche una goccia di urina. 
 
Mi faccio forza e lo faccio entrare. Il figlio che lo accompagna mi racconta tutto. Nel frattempo, dopo aver visitato il malato, chiedo alla collega infermiera di fare un prelivo per valutare la funzione renale. Obiettivamente sembra esserci un globo vescicale, ma la sacca delle urine che è lì dalla mattina è decisamente vuota 
 
 
 
 
 
Non si capisce. Di cambiare il catetere non se ne parla! Lo hanno già fatto ed eventualmente sarà bene dare un occhiata con la sonda dell'ecografo per vedere se sta vescica è piena o no. Nel frattempo l'infermiera che sa il fatto suo, decide di fare un lavaggio vescicale per vedere se è funzionante o no.
 
La mano sinistra dell'infermiera afferra il capo del catetere vescicale e la destra sfila il tubo collettore della sacca d'urina e ... sorpresa! Subito fuoriesce abbondate quantità di urina! Perbacco!! Che succede? Una sacca CON PRESSIONE POSITIVA!
 
Non si capisce. certo che se stanno così le cose il problema deve essere nella sacca di raccolta delle urine. LA sostituiamo e il catetere riprende perfettamente a funzionare. Pari a 600 cc il residuo vescicale.   Ora fine turno o meno, vogliamo capire quale è il mistero. Cominciamo ad esplorare la sacca e ... sorpresa!!!
Soluzione
Descrizione: 
Un difetto di fabbrica del dispositivo! Invece di esssere perforata (come avrebbe dovuto) la punta della sacca d'urina era chiusa, funzionando così da tappo invece che da punto di passaggio per il flusso di urina!
 
 
 
 
DURO IL NOSTRO MESTIERE! Bisogna pensare anche a questo!!!!
 

Gemma C Morabito, Editor in-chief MedEmIt - Dirigente medico UOC Medicina d'urgenza e Pronto Soccorso sant'Andrea di Roma